Problemi di muffa soluzione

Problemi di muffa soluzione

Per risolvere i problemi legati alla muffa dobbiamo seguire alcuni passi e capire il perché si forma.

I problemi e le cause possono essere di diversa natura, vediamone alcuni.

Solitamente il problema legato alle muffe in casa dipende molto da una troppa saturazione dell’acqua condensata nell’aria e uno scambio termico.

Perché:

Il riscaldamento sopra i 18 gradi con finestre termiche contribuisce ad una saturazione dell’ aria. (vediamo le finestre che colano acqua?)

Soluzione: Se teniamo alto il riscaldamento, sarebbe consigliato aprire almeno mezz’ora – un’ ora al giorno le finestre per cambiare aria nell’ambiente per desaturare l’aria.

Le muffe: Sono batteri! leggiamo….

Le muffe sono un tipo di funghi pluricellulari, capaci di ricoprire alcune superfici sotto forma di spugnosi miceli e solitamente si riproducono per mezzo di spore.

È comunemente chiamata muffa un agglomerato di questi sottili miceli, formatisi su materia vegetale o animale, generalmente come uno strato schiumoso o filamentoso, come segno di decomposizione e marcescenza. Nella tassonomia e nella filogenia le muffe non costituiscono un gruppo preciso, trovandosi nelle divisioni ZygomycotaDeuteromycota e Ascomycota.

La presenza di muffa è quasi sempre segno di un cibo avariato, anche se in alcuni casi le muffe sono oggetto di una coltivazione precisa: nella produzione di alcuni formaggi, come il gorgonzola, il Roquefort o lo Stilton, e per la produzione di antibiotici derivati dalle naturali difese contro i batteri.

Lo Stilton Cheese è in parte composto di muffa commestibile.

Le numerose spore rilasciate dalle muffe non causano alcun danno negli uomini, ma le ife che crescono da queste spore possono aderire alle cellule del primo tratto dell’apparato respiratorio e causare problemi in chi ha delle insufficienze immunitarie.

La famosa scoperta della penicillina, operata da Alexander Fleming, riguardava la muffa denominata Penicillium notatum. La muffa Neurospora crassa è generalmente usata come un organismo modello in esperimenti di biologia.

La muffa può costituire un problema in ambienti chiusi che per loro collocazione o funzione sono soggetti ad umidità, come cantine e bagni. Può essere vista su muri e soffitti, con una crescita che non si ferma a uno strato superficiale, ma invece intacca la robustezza della parete e produce inoltre un odore pungente e caratteristico. È capace di crescere sul cibo non fresco e mantenuto in posti non ventilati, anche all’interno di contenitori stagni e persino nei frigoriferi e nei freezer.

Muffa su un brodo liquido andato a male

Le spore della muffa formatasi all’interno degli edifici creano un problema, soprattutto riguardo all’inalazione delle spore. Le spore di alcune muffe, infatti, causano potenti allergie (in quanto allergeni); inoltre, le spore di alcuni funghi come lo Stachybotrys rilasciano potenti tossine che, nei polmoni, creano infiammazioni e lesioni polmonari, specie nei bambini. Negli ambienti, la presenza di muffa può indicare un difetto di origine strutturale o accidentale: una scarsa esposizione solare (spesso la muffa viene uccisa dalla luce diretta del sole), un’eccessiva umidità, per infiltrazioni di acqua o per condensa sui muri freddi, una insufficiente ventilazione o una scarsa manutenzione.

Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Muffa

Importante: se volete rimuovere le muffe, è importante che non vengono toccate, le spore volando aggrediscono altre superfici, inoltre se le respiriamo non fanno sicuramente bene.

Soluzione:

Prendere un il primer battericida in un negozio professionale di pitture, pennellare o spruzzare direttamente sulla muffe, attendere come da istruzione riportata sull’etichetta (dipende dal prodotto e suguire sempre le indicazioni dell’etichetta del produttore).

Rimuoviamo superficialmente le spore ormai neutralizzate anche con un vecchio panno, con leggerezza  (no carta vetro).

Raccomandazione: non usare candeggina, dovete sapere che oltre che ingrassare i muri non uccidete i batteri ma vedete solo sbiancarsi le zone nere, servono prodotti battericidi professionali per risolvere i problemi.

Completiamo il ciclo, se necessario ridando il primer battericida per muffe nelle zone dove era già stato dato, in alcuni casi  il trattamento deve essere fatto in tutta la stanza, ed attendiamo di nuovo il tempo riportato nella confezione.

Dato il battericida e atteso il tempo dovuto, vediamo cosa si deve fare di seguito.

Pittura:

Ci sono molte pitture tipo “antimuffa”, i materiali vanno presi nei negozi specializzati che sono in grado di consigliarvi delle pitture per la muffa o pitture anticondensa a seconda del tipo di problema.

Preparazione dei muri: 

Importante:

Qui il discorso è molto complicato perché dipende dal tipo di muro, dalla zona dove è esposto, se in camera da letto o in cucina o bagno, se le superci sono sono friabili o meno, servirebbe un tecnico che analizza bene il tipo di situazione e stila una corretta soluzione.

Facciamo ipotesi di avere dei bei muri non sfarinanti in ambienti normali come la nostra camera da letto non esposta a nord.  (Cosa cambia se esposta a nord? il prossimo articolo..)

Eliminata la muffa con il prodotto idoneo, adesso dobbiamo tinteggiare le pareti in maniera professionale.

Prendiamo la pittura presa da un centro specializzato e leggiamo bene l’etichetta del produttore.

Dopo aver bene incartato e messo appositi teli per non sporcare cominciamo a dipingere le pareti con la prima mano.

Cominciamo dalle zone intaccate dalla muffa con una prima mano solo nelle parti interessate allargando di almeno 30 cm oltre la contaminazione.

Atteso il tempo dell’asciugatura, cominciamo a dare la prima mano di tinteggiatura al soffitto e poi alle pareti.

rifacciamo lo stesso procedimento per altre 2/3 volte, dipende molto da che pittura stiamo usando e la zona interessata.

Fatto questo dovremmo aver risolto il problema e ritinteggiatato la nostra stanza.

Importantissimo!!!!! le pitture per la muffa non devono essere colorate, altrimenti le muffe attaccano i glicoli del colore!!!

Mi dispiace, Bianco obbligatorio! anche i colori tenui sono ad alto rischio!

Se volete una consulenza senza impegno o che lo facciamo noi basta chiamarci, veniamo di persona a vedere come risolvere al meglio il vostro problema. 

Inoltre la muffa si forma anche con il problema della condensazione legato allo scambio termico in parete, ma di questo ne parliamo nel prossimo articolo…

TAGs

problemi di muffa soluzione, muffa nei muri, muffa sulle pareti, muffa salute, muffa in casa cause, pittura per la muffa, muffa sui muri, muffa stop,